Novilunio in Cancro: la Gestazione dell’Ombra

dal blog di Loredana  

A pochi giorni dal Solstizio, esattamente mercoledì 29 giugno, ci sarà il primo Novilunio estivo, alle ore 4:52, sotto il segno del Cancro, al grado 7°22’, portando in espansione le energie diffuse nell’importante momento solstiziale.
Un’occasione ideale per depositare un seme, custodire un proposito personale che possa concretizzarsi tra sei mesi, con l’intento inerente ad una delle caratteristiche principali del segno del Cancro, ovvero l’accudimento.

Di cosa dovremmo prenderci cura?

Il Cancro è un segno d’acqua, è collegato all’acqua primordiale, l’acqua di gestazione che contiene ed accompagna verso la vita; ma prima di “venire alla Luce” è necessario un iniziale, fondamentale passaggio di formazione e crescita attraverso il Buio.
Ed infatti questa Luna Nuova si presenta, unita al Sole, in stretta congiunzione con Lilith, la Luna Nera che narra di Parti Oscure e Rinnegate, di Rifiuto e Ribellione.

Lilith rappresenta la nostra Ombra più profonda, quella ripudiata parte di noi che non possiamo, e talvolta non vogliamo, assolutamente vedere ma indispensabile che venga, prima o poi, illuminata, vista e compresa, onde evitare che sia proiettata all’esterno, nelle relazioni (con noi stessi e con gli altri) causando una serie di emozioni distruttive quali disagio, insofferenza, rabbia, frustrazione, ansia o malessere interiore.

Chi era Lilith? 

La prima moglie di Adamo, cacciata dal Paradiso Terrestre poiché non volle sottomettersi al marito; un’espulsione che creerà rancore, ira, odio e vendetta, semplicemente per un bisogno non soddisfatto: quello di essere vista e compresa nella sua autenticità e totalità.
Ognuno di noi ha, dentro di Sé, una Luna Nera da vedere, accogliere e curare… essa ha a che fare con i più profondi traumi, le più dolorose fragilità, il più grande tormento e la maggiore umiliazione.

“Ecco che il Novilunio in corso può donare un’ottima possibilità: contattare la propria sofferenza e trasformarla, entrare nella personale stanza più oscura per riportare luminosità.”

Qual è la tua ferita?

Hai contattato il tuo dolore, chiesto aiuto per imparare a riconoscerlo?

Ecco che il Novilunio in corso può donare un’ottima possibilità: contattare la propria sofferenza e trasformarla, entrare nella personale stanza più oscura per riportare luminosità. Quando si tratta questo segno lunare una delle dinamiche maggiori da affrontare riguarda le dipendenze, dovremmo allora porgere a noi stessi alcuni quesiti:

In cosa non mi sento ancora adulto/a?

Sono in una relazione in cui non mi riconosco più?

Questo lavoro mi piace veramente?

Ho il coraggio di tagliare il cordone ombelicale da…?

Riesco ad esprimermi/realizzarmi in piena autonomia?

Sole e Luna congiunti si trovano in tesa quadratura con Giove in Ariete il quale ha attuato, con il suo transito, un importante processo di Individuazione, di ricerca ed espressione della propria Essenza; tutto ciò che è toccato da Giove viene espanso, non possiamo pertanto esimerci dal lavorare, se pur con difficoltà, su questa importante presa di coscienza. 
Uno degli aspetti del Cancro riguarda anche il Bambino, ossia la fase più delicata e vulnerabile dell’individuo, quella parte tenera, amorevole ma ancora fragile, da proteggere e sostenere nei suoi bisogni, soltanto così potrà un giorno raggiungere l’indispensabile autonomia.

Riesci a vedere la tua Ombra come il tuo Bambino Interiore, talvolta ancora sofferente, da custodire e di cui occuparti?

Non esiste paura, sofferenza o dolore che non sia affrontabile quando la posta in gioco è ritrovare il proprio Sé, far respirare la propria Anima.
Allora, prenditi cura di Te, della tua Oscurità con Dolcezza, Accoglienza, Accettazione ed Amore, sei l’unica persona che può farlo davvero e nel migliore dei modi (ma se temi di non reggere chiedi aiuto, cercando il giusto accompagnamento in questa tua trasformazione alchemica” ); è un passo basilare verso l’Integrità e l’Autenticità; un atteggiamento simile a quello di una Madre che sa amare incondizionatamente.
Fallo come fosse una gestazione (non a caso Lilith resta in un segno circa 9 mesi), concediti tutto il tempo necessario, goditi questa “gravidanza” alla Scoperta di Te e “datti alla Luce” con infinita Gratitudine per una Vita, la Tua, ritrovata e rinnovata.

 

CONSIGLIATI:

Fiori di Bach:  Red Chestnut per raggiungere l’autonomia emotiva
Olio EssenzialeCamomilla Blu per lenire le sofferenze

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.